Caratteristiche del corretto invito all’Islam – invito alla via di Allah (daʿwah)

Allah ha descritto la corretta daʿwah con attributi specifici; tra questi:

  1. Profonda comprensione e conoscenza:

Chi invita alla verità deve conoscere bene ciò a cui sta invitando, conscio delle proprie parole; come ha detto l’Altissimo: {Di’: “Ecco la mia via: invito ad Allah in tutta chiarezza, io stesso e coloro che mi seguono} (Corano 12, 108). Ovvero: “Di’, o Profeta: questa è la mia via ed il mio metodo; invito ad Allah con conoscenza e sapienza; e altrettanto fanno quanti mi seguono”.

Il Musulmano non deve aspettare di diventare un vero sapiente prima di invitare gli altri all’Islam; invece appena capisce e conosce bene qualcosa di nuovo, ha il dovere di trasmetterlo ad altri. Se ad esempio impara come adorare Allah in modo esclusivo, deve insegnarlo al prossimo; se impara qualunque altro aspetto fra i beni dell’Islam – fosse anche un solo versetto del Corano – deve insegnarlo al prossimo. Ha detto il Profeta (pace e benedizioni di Allah su di lui): “Trasmettete [quel che avete appreso] da parte mia, fosse pure un solo versetto del Corano” (Bukhari 3274).

Così i Compagni (Allah sia soddisfatto di tutti loro) entravano nell’Islam per tramite del Profeta (pace e benedizioni di Allah su di lui) ed imparavano in pochi giorni i principi fondamentali dell’Islam, poi tornavano al loro popolo e li invitavano con passione all’Islam; il loro comportamento era quel che più attirava la gente ad abbracciare l’Islam.

  1. La saggezza nella daʿwah:

Ha detto Allah l’Altissimo: {Chiama al sentiero del tuo Signore con la saggezza e la buona parola e discuti con loro nella maniera migliore} (Corano 16, 125). La saggezza riguarda il modo più adatto e la scelta del giusto tempo e luogo per chiamare all’Islam.

Le persone sono diverse una dall’altra e diversi i modi di aprire i loro cuori, come pure sono diverse le capacità di comprensione; chi invita all’Islam deve quindi sapere utilizzare il metodo più adatto e cogliere le occasioni di maggior impatto nella vita delle persone.

Tutto ciò sempre con gentilezza e con la buona parola, con educazione e misericordia verso le persone cui ci si rivolge; si deve avere un dialogo sereno ed equilibrato che non provochi attriti e collera. Per questo Allah ha dotato il Profeta (pace e benedizioni di Allah su di lui) di un carattere dolce e tollerante con il prossimo; se, al contrario, fosse stato duro e severo, la gente si sarebbe tenuta lontana da lui; come ha detto l’Altissimo: {È per misericordia di Allah che sei dolce nei loro confronti! Se fossi stato duro di cuore, si sarebbero allontanati da te} (Corano 3, 159).