Importanza e virtù di Mecca e della sacra moschea

Importanza e virtù di Mecca e della sacra moschea:

La sacra moschea che si trova a Mecca, nella penisola arabica, ha numerose virtù fra cui:

  1. In essa si trova la ka’bah benedetta:

 La porta della Ka’bah recante iscrizioni con versetti coranici.

La ka’bah è un edificio di forma pressoché cubica posto al centro della sacra moschea a Mecca

Essa rappresenta la qiblah, cioè la direzione verso la quale si volgono i Musulmani per l’esecuzione della preghiera ed altre forme di devozione.

Venne costruita dal profeta Abramo e suo figlio Ismaele (Allah dia loro la pace) in obbedienza all’ordine divino; venne successivamente ricostruita diverse volte nel corso della storia.

Ha detto Allah: {E quando Abramo e Ismaele posero le fondamenta della Casa, dissero: “O Signor nostro, accettala da noi! Tu sei Colui Che tutto ascolta e conosce} (Corano 2, 127).

Il Profeta Muhammad (pace e benedizioni di Allah su di lui) partecipò con i rappresentanti delle tribù di Mecca alla posa della pietra nera in un angolo della Ka’bah, in occasione della ricostruzione di quest’ultima.

  1. Questa è la prima moschea costruita sulla terra:

Una volta il nobile Compagno Abu Dharr (Allah sia soddisfatto di lui) si rivolse al Profeta (pace e benedizioni di Allah su di lui) chiedendogli: “O Messaggero di Allah: quale moschea fu costruita per prima sulla terra? Il Profeta rispose: “La sacra moschea [di Mecca]”. E domandò: “E poi quale?”. Il Profeta rispose: “La moschea di Gerusalemme”. Chiese: “Quanto tempo trascorse tra la costruzione di una moschea e l’altra?”. Rispose: “Quaranta anni”. Ed aggiunse: “Ovunque ti trovi al tempo della preghiera, esegui la preghiera giacchè il merito della preghiera sta nell’eseguirla nel suo tempo” (Bukhari 3186, Muslim 520).

  1. Moltiplicazione della ricompensa divina per le preghiere eseguite in questa moschea:

Ha detto il Messaggero di Allah (pace e benedizioni di Allah su di lui): “La preghiera eseguita nella mia moschea, è mille volte migliore della preghiera eseguita altrove, eccetto nella moschea sacra [di Mecca], dove la preghiera è centomila volte migliore della preghiera eseguita altrove” (Ibn Majah 1406, Ahmad 14694).

  1. È la moschea resa sacra da Allah e dal Suo Messaggero:

Ha detto Allah l’Altissimo: {In verità mi è stato ordinato di adorare il Signore di questa città che Egli ha resa inviolabile. A Lui tutto [appartiene] e mi ha comandato di essere uno dei Musulmani} (Corano 27, 91).

Allah ha vietato che nella città di Mecca – fin dalle sue origini – venga sparso sangue, vengano commesse ingiustizie, venga praticata la caccia, vengano tagliati alberi o recise piante.

Ha detto il Profeta (pace e benedizioni di Allah su di lui): “È Allah che ha reso Mecca sacra, non gli uomini. Quindi nessun credente in Allah e nell’Ultimo Giorno dovrebbe spargervi sangue né tagliare alberi” (Bukhari 104, Muslim 1354).

  1. È la città più cara ad Allah ed al Suo Messaggero (pace e benedizioni di Allah su di lui):

Uno dei Compagni ha detto: “Ho visto il Messaggero di Allah (pace e benedizioni di Allah su di lui) fermo con la sua cavalcatura nel quartiere detto al Hazurah (a Mecca) che diceva: “In verità tu sei la migliore fra le terre di Allah e la più cara ad Allah: se non mi facessero uscire, non uscirei [da qui]” (Tirmidhi 3925, Nasai 4252, nella sua opera al Kubra).

  1. Allah ha reso il pellegrinaggio alla Sua Casa obbligatorio per chi ne abbia le possibilità:

Il Profeta Abramo (Allah gli dia la pace) proclamò a tutti i credenti l’invito al pellegrinaggio e gente da ogni contrada lo raggiunse; tutti i profeti eseguirono il pellegrinaggio, come confermato dal Messaggero di Allah (Allah lo benedica e gli dia la pace). A proposito del comando che diede ad Abramo, Allah ha detto: {Chiama le genti al pellegrinaggio: verranno a te a piedi e con agili cavalcature, da ogni remota contrada} (Corano 22, 27).