La caccia in base alle norme islamiche

La caccia in base alle norme islamiche

La caccia è consentita per gli animali le cui carni sono lecite e che non è possibile altrimenti catturare e macellare islamicamente, come gli uccelli (non carnivori) che vivono liberi, cervi, lepri, ecc.

Vi sono tuttavia alcune regole da rispettare:

  1. Il cacciatore deve essere un Musulmano o appartenente alla Gente del Libro, dotato di discernimento e avente l’intenzione di cacciare nel rispetto delle regole islamiche. Non è lecita la cacciagione procurata da un idolatra o uno squilibrato.
  2. L’animale cacciato deve appartenere alla categoria di quelli selvatici che fuggono l’uomo e non possono quindi essere macellati normalmente; non è quindi lecita la caccia di animali come la gallina, la pecora, la mucca.
  3. Lo strumento di caccia deve essere adeguato (la freccia appuntita o i colpi dell’arma, ecc.), ma l’animale ucciso con un oggetto pesante (ad esempio una roccia) non è lecito a meno che venga macellato prima di morire per il colpo ricevuto.
  4. Deve essere menzionato sull’animale il nome di Allah, dicendo: bismillah (nel Nome di Allah) prima di sparare o lanciare la freccia o simili.
  5. Se l’animale colpito resta in vita, si deve procedere con la macellazione.
  6. La caccia per divertimento, senza la finalità di mangiare l’animale, è illecita.