La gentilezza e la generosità (Esempi dalla vita del Profeta)

Esempi dalla vita del Profeta (pace e benedizioni di Allah su di lui)

 Il Profeta (pace e benedizioni di Allah su di lui) era la persona dal comportamento migliore. .

Il Profeta Muhammad (pace e benedizioni di Allah su di lui) è l’esempio del più nobile comportamento umano, per questo il Corano definisce il suo comportamento come “eccezionale”. Non c’è espressione umana più precisa di quella che usò sua moglie ‘A’ishah (Allah sia soddisfatto di lei) per definire il suo comportamento; ella disse: “Il suo comportamento era il Corano”. Cioè a dire che il Profeta era l’esempio pratico di come mettere in pratica gli insegnamenti ed i principi etici contenuti nel Corano.

La gentilezza e la generosità:

  • Il Profeta (pace e benedizioni di Allah su di lui) era il più generoso di tutti, e diventava ancor più generoso nel mese di Ramadan quando incontrava l’angelo Gabriele (Allah gli dia la pace) in tutte le notti di Ramadan fino all’ultima e gli recitava il Corano. In questo periodo il Profeta (pace e benedizioni di Allah su di lui) donava più generosamente di un vento carico di pioggia (Bukhari 1803, Muslim 2308).
  • Non negava alcuna richiesta che venisse rivolta. Una volta diede ad un uomo un enorme gregge di pecore; costui al ritorno presso la sua gente disse: “O gente, accettate l’Islam, poiché Muhammad dona generosamente come uno che non teme affatto la povertà” (Muslim 2312).
  • Una volta gli vennero regalati ottantamila denari che lui posò sul tappeto e quindi li divise; chiunque venisse a chiedergli un aiuto gliene dava una parte, fino a che finirono tutti. (Alhakim 5423).
  • Un uomo venne a trovarlo per chiedergli un aiuto. Gli rispose: “Ora non ho nulla, ma puoi andare a comprare qualcosa a nome mio ed appena avrò del denaro pagherò il debito”. ‘Umar disse: “O Messaggero di Allah, Allah non ti impone quel che non è nelle tue possibilità!”. Il Profeta (pace e benedizioni di Allah su di lui) disapprovò tale commento. L’uomo disse allora: “Dona senza timore, ché Allah non diminuerà le tue ricchezze”. Il Profeta sorrise e gli si poteva leggere in volto la contentezza. (Al Ahadith al Mukhtarah, 88).
  • Al ritorno dalla battaglia di Hunayn, vennero dal Profeta alcuni beduini e nuovi convertiti all’Islam a chiedergli parte del bottino di guerra. Gli si strinsero attorno fino a spingerlo verso un albero e tra la folla qualcuno gli sfilò il mantello. Allora il Profeta (pace e benedizioni di Allah su di lui) si fermò e disse: “Ridatemi il mio mantello: se avessi tante ricchezze quanti sono gli alberi qui intorno, le dividerei fra di voi! Certo non sono avaro, né bugiardo, né vile!” (Bukhari 2979).

Il Profeta (pace e benedizioni di Allah su di lui) è stato l’esempio più alto nella nobiltà di carattere e comportamento, in tutti gli aspetti della vita.