Le tue transazioni finanziarie

Le tue transazioni finanziarie

Allah ha chiaramente prescritto per l’uomo l’impegno nella ricerca della provvidenza:

  • L’Islam vieta il mendicare l’aiuto dalle altre persone se si è in grado di lavorare e guadagnarsi da vivere. Chi, pur essendo in grado di lavorare, chiede l’elemosina dalla gente non fa che perdere la propria dignità dinanzi ad Allah e dinanzi alla gente. Ha detto il Messaggero di Allah (pace e benedizioni di Allah su di lui): “Chi persevera nel mendicare incontrerà Allah l’Altissimo senza avere più carne nel suo volto” (Bukhari 1405, Muslim 1040).

E ha detto anche: “Chi è afflitto da povertà e la attribuisce alla gente, tale povertà non lo lascerà più; ma chi la attribuisce alla volontà di Allah, riceverà presto da Allah quel che gli abbisogna” (Ahmad 3869, Abu Dawud 1645).

 L’Islam considera ogni lavoro lecito un’attività nobile

  • Tutte le professioni artigianali, dei servizi, commerciali o legate allo sviluppo sono guardate dall’Islam con rispetto a condizione che siano esercitate in un dominio lecito. L’Islam spiega che tutti i profeti hanno svolto dei lavori consoni alle usanze delle loro società, come ha detto il Profeta (pace e benedizioni di Allah su di lui): “Ogni profeta inviato da Allah ha esercitato il mestiere di pastore di greggi” (Bukhari 2143). Il profeta Zakariya fu falegname (Muslim 2379) e così il resto dei profeti svolse una professione nella propria società.
  • Ottiene grande ricompensa chi, nello svolgere il proprio lavoro, ha l’intenzione di farlo per mantenere se stesso e la propria famiglia, rendersi libero dal bisogno degli altri, aiutare i poveri.

Le transazioni finanziarie:

Ogni transazione finanziaria – come la vendita, l’acquisto, l’affitto, ecc. – è generalmente lecita, ad eccezione di quanto è vietato per sua natura o per il modo con cui è stato acquisito.

Quel che è vietato per sua natura:

Sono quelle cose che Allah ha reso illecite in se stesse: è dunque vietato farne commercio, venderle, comprarle, affittarle, lavorare per produrle e diffonderle fra la gente.

Esempi di quel che l’Islam considera illecito per sua natura:

  • Il cane ed il suino
  • Gli animali morti o alcuna loro parte
  • Le bevande alcoliche
  • Le droghe ed ogni sostanza dannosa per il nostro corpo
  • Strumenti finalizzati alla diffusione dell’immoralità, come i video, i siti internet e le riviste di pornografia.
  • Gli idoli e tutto ciò che viene adorato all’infuori di Allah.

Quel che è vietato per il modo in cui è stato acquisito:

Si tratta del denaro che di per sé sarebbe lecito, ma che diventa illecito a causa del modo in cui è stato acquisito.

Tra i motivi che possono rendere un guadagno illecito, vi è:

L’usura (riba), la frode, l’ingiustizia, il gioco d’azzardo. Chiariremo ora ognuno di questi fattori: